Violazione del patto di non concorrenza

Violazione del patto di non concorrenza

Importante società multinazionale operante nel settore delle energie rinnovabili chiede il nostro intervento per svolgere delle indagini su un componente del c.d.a della società.

L’ indagato opera in autonomia in una piccola filiale in altra regione rispetto alla sede principale. Da qualche tempo ha assunto un atteggiamento strano e poco chiaro; manca spesso dall’azienda, a volte non è facilmente reperibile e si giustifica con spiegazioni poco plausibili.

Obiettivo del cliente è la verifica di interessi diversi rispetto alla società che amministra e la raccolta di elementi di prova tesi a documentare l’eventuale attività svolta in violazione del patto di non concorrenza stipulato con la stessa.

Viene predisposto il controllo dinamico degli spostamenti per alcune giornate nell’ arco di una settimana.
Già dal primo giorno di osservazione è stato visto recarsi più volte presso una ditta operante nello stesso settore della cliente. Si sono effettuati gli accertamenti del caso per identificare tale ditta. Dalle informazioni raccolte l’indagato viene indicato esserne il titolare pur se ufficialmente la società è intestata ad altre persone, probabili prestanomi. Con le idonee attività di copertura si creano i presupposti per avere un contatto diretto con l’indagato e procedere ad un intervento si simulazione. Viene quindi fissato un appuntamento per l’acquisto di alcuni prodotti che vengono venduti in concorrenza con la ditta nostra cliente. Avviene l’incontro. L’indagato assume palesemente atteggiamenti accomunabili ad un responsabile commerciale, compila di suo pugno un preventivo d’acquisto su carta intestata della ditta, sulla quale riporta il proprio nome e numero di cellulare. Procediamo all’acquisto diretto dei prodotti. Il tutto viene documentato con foto e registrazioni audio/video.

Il nostro cliente ha ottenuto gli elementi probatori necessari per tutelare con successo, in ambito giudiziale, i propri diritti allontanando il socio non corretto ed ottenendo da lui un importante risarcimento economico.

Vedi tutti i casi

Richiedi un preventivo per il tuo caso
Torna a tutti i casi
12 novembre 2010