Controllo rete di vendita

Controllo rete di vendita

Affermata multinazionale operante nell’ambito dei beni di largo consumo, ci contatta per verificare l’effettiva attività lavorativa svolta da un loro rappresentante commerciale. Si dubita della veridicità dei dati riportati sui report settimanali delle visite effettuate.

E. R., ventinove anni, celibe. Opera in Emilia Rimagna per conto della società cliente. Vengono forniti tutti i dati anagrafici nonché quelli dell’auto aziendale in uso.

La finalità è di raccogliere elementi di prova tesi a documentare l’effettiva attività lavorativa svolta.

Si predispone un’ osservazione dinamica e controllo degli spostamenti da effettuarsi nell’arco di una settimana lavorativa. Nel corso dei primi controlli si rileva che l’indagato esce dalla sua abitazione a orari irregolari, a volte solo il pomeriggio, inoltre si riscontrano innumerevoli soste che effettua in bar, i molteplici “giri a vuoto“ fatti in città e nelle zone limitrofe e i rientri decisamente “anticipati” presso la propria abitazione.

Tutti gli spostamenti vengono documentati con foto/video e vengono eseguiti accertamenti immediati sui luoghi effettivamente visitati.

Viene fornito al cliente un dossier completo riportanti date ed orari, relativo ai contatti commerciali effettivamente avuti dal loro collaboratore nel periodo del controllo. Il materiale viene attentamente studiato e confrontato con i tabulati corrispondenti che nel frattempo l’indagato ha consegnato alla società.

Si rileva che effettivamente la persona in esame compilava arbitrariamente i tabulati relativi all’attività svolta alterando il numero delle visite commerciali effettive.

Il cliente, utilizzando la documentazione da noi fornita, ha potuto promuovere un’azione legale nei confronti del collaboratore ed essere tutelato in sede giudiziale.

Vedi tutti i casi

Richiedi un preventivo per il tuo caso



Torna a tutti i casi
12 novembre 2010