Audit Contabile - Approvigionamenti

Audit Contabile - Approvigionamenti

CLIENTE. Azienda di trasporto pubblico locale, partecipata con una quota di minoranza da tre piccoli Comuni del sud Italia. Fornisce servizi per collegare nei periodi estivi, con alcuni mini-bus, i tre comuni al litorale, mentre nel periodo invernale l’azienda si occupa del servizio di scuola-bus e di collegamento tra i Comuni e il capoluogo regionale.

INDAGATO.
Quarantaduenne, sposato senza figli lavora per l’azienda CLIENTE da quasi cinque anni con l’incarico di “Responsabile degli approvvigionamenti”. Il ruolo prevede la gestione di tutte le forniture aziendali, in particolare la responsabilità di stipulare accordi commerciali con i fornitori di pezzi di ricambio e con i distributori di carburante. Da sempre il soggetto investigato è apparso molto schivo e riservato, poco incline a condividere con i soci di minoranza (i Comuni) gli accordi commerciali stipulati.

FINALITA’. Effettuare un audit contabile, economico-amministrativo, come previsto dai contratti di partecipazione azionaria sottoscritti dai soci dell’azienda CLIENTE, con particolare riferimento all’area fornitori, finalizzato ad individuare eventuali irregolarità nella gestione della clientela da parte del responsabile degli approvvigionamenti.

INTERVENTI.
Gli accertamenti contabili, economico-amministrativi, hanno avuto l’obiettivo di verificare ogni attività aziendale del responsabile delle forniture degli ultimi anni, anche sotto il profilo informatico. In particolare:
• Si sono analizzate le condizioni economiche concordate con i 10 principali fornitori di pezzi di ricambio e con i distributori di carburante;
• Si sono confrontate tali condizioni economiche con quelle in vigore con altri fornitori della società CLIENTE con analogo giro d’affari in termini di fatturato e tipologia del servizio offerto;
• Si sono ricostruiti i rapporti in essere di qualsiasi tipo tra il Responsabile degli approvvigionamenti e i 10 principali fornitori;
• E’ stata effettuata una profilatura delle proprietà immobiliari detenute dal soggetto investigato.

CONCLUSIONI. L’attività d’indagine contabile, economico-amministrativa ha permesso di accertare che il Responsabile degli approvvigionamenti ha sottoscritto contratti di approvvigionamento a condizioni sfavorevoli per la società CLIENTE. In Particolare i prezzi concordati con alcuni dei 10 principali fornitori superavano l’80% di quelli medi applicati a controparti paragonabili per giro d’affari. Nei tre anni antecedenti l’indagine il soggetto investigato ha acquistato quattro terreni di proprietà dei fornitori a cui erano state applicate le condizione migliori, ad un prezzo/mq2 palesemente inferiore a quello di mercato. La relazione tecnica in cui sono stati descritti gli esiti degli accertamenti contabili, economico-amministrativi, corredata delle evidenze documentali raccolte, è stata allegata ad un esposto alla Magistratura.

Vedi tutti i casi


Torna a tutti i casi
23 settembre 2015