Jobs Act - come cambiano i licenziamenti. Novità del primo decreto attuativo

Il consiglio dei ministri in questa giornata di vigilia natalizia sta lavorando al primo decreto attuativo della riforma del lavoro, meglio nota come jobs act.

Prima ed importante novità per i nuovi assunti sarà il contratto a tempo indeterminato a tutele crescenti che, entrato in vigore, prevederà l'indennizzo monetario, anch'esso crescente in funzione dell'anzianità di servizio del lavoratore, quale regola in tutti i casi di licenziamento per motivo economico e organizzativo.

Sul fronte dei licenziamenti disciplinari l'eventuale reintegro sarà possibile solo nel caso d'insussistenza del fatto materiale. In alternativa si ipotizza l'opting out ovvero la
possibilità, per il datore di lavoro, di convertire la sanzione del reintegro con un indennizzo ancora maggiore.

Novità anche nell'ambito del controllo a distanza del lavoratore. Si prevede infatti la possibilità per il datore di lavoro di controllare a distanza apparati elettronici, sia telefonici che informatici.


Condividi con:

Vai alla lista news
28 dicembre 2014 Redazione