I controlli c.d. difensivi del datore di lavoro sul lavoratore. Anticipazioni intervento Avv. Paola Rubini (Studio legale Ghedini Longo)

7 relatori esperti in diritto penale e del lavoro, privacy, security, risorse umane ed investigazione affronteranno l’argomento "JOBS ACT E STRUMENTI DI CONTROLLO IN AZIENDA - L'evoluzione della normativa e delle possibilità per le aziende” il 4 febbraio al Museo storico Alfa Romeo di Arese(MI). Paola Rubini, nota penalista dello Studio legale Ghedini-Longo e affezionata presenza dei seminari di aggiornamento legislativo, nel corso del suo intervento analizzerà i controlli difensivi del datore di lavoro sul lavoratore.

“Tratterò il tema della modifica introdotta dall’art. 23 D. L.vo 151/2015 dalla visuale penalistica – spiega - ovvero del tentativo del legislatore di trasfondere in norma giuridica ciò che la giurisprudenza di legittimità nel settore penale ha statuito con orientamento consolidato con riguardo ai presupposti per controllare l’attività del lavoratore al di fuori dei limiti dell’art. 4 dello Statuto dei lavoratori”. Affronterà il tema della esplicitazione normativa dei controlli legittimi per esigenze di tutela del patrimonio analizzandone il significato e gli eventuali limiti operativi, concludendo con il tema degli strumenti tecnologici di lavoro, come pc, tablet e smartphone, “vi è una apparente previsione di installazione libera ma va valutato se vi siano limiti al riguardo affinché il datore di lavoro non incorra in sanzioni penali” conclude l’Avv. Rubini.

BIO
Paola Rubini, Avvocato Penalista iscritta all’albo degli avvocati del Foro di Padova dal 1993 e all’albo speciale degli avvocati abilitati alle Magistrature Superiori dal 2005. Ha fatto parte dell’Ufficio Legislativo dell’Unione delle Camere Penali Italiane ed ha partecipato alla redazione di numerosi progetti di legge. Responsabile per l’Unione delle Camere Penali Italiane della scuola di formazione e specializzazione forense per i distretti dell’Emilia Romagna e della Lombardia nella fase di avviamento. Ha fatto parte della Commissione Ministeriale composta da magistrati ed avvocati contribuendo alla stesura della Legge 1611 2/1999 n. 479. È autrice di numerose pubblicazioni a tema giuridico e ha contribuito a molte iniziative editoriali per I tipi della “CEDAM”, de “La Tribuna”, di “Italia Oggi”, di “Guida al Diritto” - Sole 24 Ore. È Relatrice in incontri di studio e seminari su argomenti processual- penalistici. È docente della Scuola Nazionale di Formazione Specialistica dell’avvocato penalista patrocinata dall’Unione delle Camere Penali Italiane. Attuale responsabile della Scuola Territoriale della Camera Penale di Padova per l’esercizio dell’attività di difesa nel processo penale e responsabile dell’Osservatorio Europa dell’Unione delle Camere Penali Italiane. Nominata Cultore della materia penalistica presso l’Istituto di Diritto Pubblico - Seminario di Diritto Penale e Processuale Penale dell’Università degli Studi di Padova.

Ingresso riservato previa registrazione e fino ad esaurimento dei posti.
Per iscrizioni e programma visitare il link http://www.axerta.it/events
 

Condividi con:

Vai alla lista news
18 gennaio 2016 Redazione